nest investimenti pesaro

Organizzare correttamente il patrimonio è il primo passo per una gestione efficiente sia da un punto di vista economico che di risparmio fiscale, ponendo sempre attenzione alla contestuale protezione. In ambito successorio poi, una corretta e tempestiva pianificazione (agevolata da un contesto fiscale di assoluto vantaggio) consente di evitare una serie innumerevole di problemi connessi alle comunioni ereditarie, sopratutto in caso di patrimoni complessi. NEST elabora veri e propri progetti patrimoniali, con analisi di impatti fiscali, vantaggi, costi di costituzione e di gestione, tenuta degli strumenti nel tempo.

La consulenza legale, fiscale ed amministrativa di NEST mira a fornire soluzioni che semplifichino e razionalizzino gli strumenti a servizio della gestione di patrimoni mobiliari e immobiliari.

Pianificare il patrimonio spesso significa anche pianificare il passaggio generazionale o pianificare la fuoriuscita da determinati asset aziendali in maniera razionale e coordinata; ambiti in cui nulla può essere lasciato al caso e all’improvvisazione, rendendosi necessarie attuare politiche non solo di natura prettamente economiche – patrimoniali, ma assistendo il cliente in una vera e propria fase di educazione e formazione delle future generazioni di titolari/amministratori, andando ad incidere nelle strutture di governance familiari.

Inoltre NEST gode di un punto di vista particolarmente privilegiato nel contesto del delicato mondo dei passaggi generazionali nei c.d. “family business” (imprese di famiglia), frutto della collaborazione con il mondo Universitario (Università di Urbino e Università di Bologna).

Partendo dal presupposto che oggi l’Italia gode di un particolare regime di favore in materia di imposte sulle successioni e donazioni, è estremamente importante programmare il proprio lascito ereditario, soprattutto in caso di patrimoni complessi. L’apertura di una successione non pianificata, c.d. successione legittima, è molto spessa foriera di una moltitudine di problemi connessi alla costituzione di comunioni ereditarie dalla difficile gestione interna.

Pianificare adeguatamente una successione consente altresì di prevenire problemi legati ad eventuali violazione di legittime, dai quali scaturiscono contenziosi legali particolarmente lunghi ed onerosi, e di poter liberamente disporre del proprio patrimonio (nei limiti la legge riserva ai familiari più prossimi del de cuius, vale a dire coniuge, figli e ascendenti).

L’attività di NEST, partendo dalla redazione di un vero e proprio check up successorio-generazionale, consente di prendere coscienza dell’entità del patrimonio in caso di apertura di successione, mettendo in evidenza tutti gli aspetti legali e fiscali connessi ad una sua disposizione testamentaria o ad una sua disposizione in strumenti alternativi quali società, fondazioni, trusts ecc…

Che cos’è la pianificazione successoria

La pianificazione successoria ha come obbiettivo quello di trasferire le proprie ricchezze alla prossima generazione, con il minor numero di problemi e in maniera più corretta.

CHI RIGUARDA LA PIANIFICAZIONE SUCCESSORIA?
La pianificazione successoria è un’opportunità che tutti dovrebbero sfruttare per destinare il proprio lascito ereditario in maniera ordinata.

PERCHÉ È NECESSARIA LA PIANIFICAZIONE SUCCESSORIA?
La pianificazione successoria è utile per evitare che all’apertura della successione ci siano rivendicazioni di terzi sui beni del defunto e per prevenire problematiche legate alla comunione ereditaria. Inoltre permette di conseguire vantaggi fiscali se inserita in un contesto complessivo di trasmissione ordinata del patrimonio.

CHI SONO GLI EREDI SE NON SI REDIGE UN TESTAMENTO?
In assenza di testamento, la legge riconosce come eredi, il coniuge, i figli, gli ascendenti (genitori,nonni), fratelli e parenti fino al sesto grado e in mancanza di quest’ultimi l’eredità andrà allo stato.